Pubblica amministrazione Regioni 7 milioni di euro per la ricerca: ecco il...

7 milioni di euro per la ricerca: ecco il piano regionale

di Francesco Avati

Sette milioni per la ricerca: così la Regione Campania dichiara guerra al Covid-19. Un piano che Palazzo Santa Lucia ha inaugurato nei giorni di più grave emergenza dovuta all’epidemia da Coronavirus e che è passato per una veloce procedura di selezione e di finanziamento di progetti presentati dagli Organismi di Ricerca regionali. Obiettivo quello di dare all’Unità di Crisi quel sostegno necessario nella realizzazione di azioni di prevenzione e gestione della situazione sul piano sanitario.

L’Avviso, come detto, ha una disponibilità finanziaria complessiva di 7 milioni di euro, risorse POR con le quali si potenziano le attività di ricerca finalizzate ad arginare la diffusione di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili e, al contempo, si supporta l’Amministrazione nella gestione delle fasi successive a quella di lockdown.

La risposta dei soggetti specializzati operanti sul territorio regionale non si è fatta attendere: al civico 81 di via Santa Lucia sono giunte 73 domande. La procedura si è chiusa il 20 marzo scorso. Superato tale termine l’Unità di Crisi ha avviato una pre-istruttoria classificando le manifestazioni sulla base di 4 priorità di intervento con un primo gruppo di 21 progetti considerati Priorità 1, cioè maggiormente funzionali alla domanda espressa in relazione alla lotta al Covid-19.

Di questi sono 12 i primi ad essere stati ammessi a finanziamento per un totale 4.526.990 euro (vedi tabella).

Si è avviato così lo sviluppo di sistemi diagnostici rapidi e di terapie, nonché lo studio del comportamento del virus, usando l’epidemiologia e la modellizzazione. Fondazione Telethon e Istituto Zooprofilattico, in particolare, hanno avviato una collaborazione per la lotta al Covid e hanno convenuto di svolgere tale attività su tutto il territorio regionale in stretto coordinamento con la Regione Campania.

A tal fine, è stato sottoscritto uno specifico Protocollo di Intesa tra la Regione Campania, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno e la Fondazione Telethon al fine di favorire l’integrazione delle attività e coordinare, in una logica di rete, i risultati della ricerca, promuovendo ogni azione sinergica utile.

A questi primi 12 progetti se ne sono aggiunti successivamente altri tre proposti da Bio Check Up S.r.l., Distretto Tecnologico Aerospaziale della Campania e Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II per un totale 490.000 euro.

Conclude il piano un ultimo finanziamento previsto per sei progetti del valore di 1.963.000 euro sui quali si stanno ultimando le valutazioni di merito da parte dei Referenti tecnico scientifico di supporto all’Unità di Crisi.

La Regione Campania è tra le prime regioni in Italia ad aver avviato una procedura per sostenere Centri di Ricerca e Università nel potenziamento della ricerca di soluzioni tecnico – scientifiche innovative che possono aiutare ad affrontare in maniera risoluta la crisi causata dalla pandemia COVID-19, che ha un impatto senza precedenti sul sistema sanitario e sulla società. La ricerca e l’innovazione sono chiamate a svolgere un ruolo importante nel superamento di questa crisi.

Ultime Notizie

Partecipare e non delegare. Il valore del 2 giugno

di Annapaola Voto È sempre quella l’immagine del 2 giugno, il volto di una giovane donna sorridente che sbuca dalla...

Il dovere di difendere la Repubblica attraverso valori e principi costituzionali

di Salvatore Maria Pisacane Fu certamente strenua e memorabile la difesa che, circa ottant’anni fa, migliaia di italiani condussero, senza...

L’ordinamento giuridico della Repubblica italiana tra fonti europee e nazionali

di Annapaola Voto L’ordinamento giuridico del nostro Paese è sempre più immerso in una dimensione che travalica i confini nazionali...

Quando Sordi brindò alla vittoria della Repubblica

Il referendum del 2 giugno 1946 ha avuto un impatto così importante sulla storia e la società italiana da...

Res publica, civis e cittadinanza attiva

di Gaetano Di Palo Col passar del tempo siamo divenuti quasi automaticamente sempre più adusi ad abbinare l’idea di libertà...

Potrebbero interessarti
Raccomandati