Economia Politica di coesione Fondi Ue, col POC “Completamenti” salvi 1.392 interventi

Fondi Ue, col POC “Completamenti” salvi 1.392 interventi

di Giorgia Marinuzzi* e Walter Tortorella*

Sono 1.392 gli interventi avviati ed in parte certificati a valere sul POR FESR Campania 2007-2013 giunti a conclusione grazie al fondamentale intervento del “POC Completamenti”. Interventi che hanno prodotto spesa certificata FESR 2007-2013 pari a 1 miliardo e 166 milioni di euro ma che alla data ultima di ammissibilità della spesa, come previsto dal Reg. 1083/2006, non risultavano completati finanziariamente.

La Regione ha messo a disposizione 549 milioni di euro di risorse POC al fine di garantire l’ultimazione finanziaria degli interventi, evitando da un lato la de-certificazione della spesa sul POR Campania FESR 2007-2013 e dall’altro l’eventuale dissesto finanziario dei comuni beneficiari.

Erano infatti proprio i comuni i principali beneficiari dei progetti “salvaguardati” dal “POC Completamenti” (Figura 1): si è trattato di 860 interventi che rischiavano di rimanere inconclusi e per i quali si erano già investite risorse FESR 2007-2013 pari a 806,1 milioni di euro. La Regione Campania ha destinato per il loro completamento 437 milioni di euro di risorse POC, ma ha anche garantito il completamento di 155 interventi a titolarità regionale attraverso il finanziamento di ulteriori 41,7 milioni di euro che hanno “salvaguardato” investimenti finanziati dal POR Campania FESR 2007-2013 per 171,7 milioni di euro.

Figura 2 I progetti finanziati dal POC Campania 2014-2020 (completamenti), per ambito tematico (valori percentuali)

Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Studi Economia Territoriale su dati IFEL Campania, 24.05.2019

Come si evince dalla Figura 2 il maggior contributo del “POC Completamenti” si è avuto per il finanziamento di interventi coerenti con l’ambito tematico “ambiente e prevenzione dei rischi” (286 milioni di euro di spesa certificata FESR 2007-2013, un quarto delle certificazioni interessate dai completamenti), “inclusione sociale” (c.ca 246 mln di euro di spesa certificata FESR 2007-2013 pari al 21% delle certificazioni interessate dai completamenti), “ricerca e innovazione” (quasi 187 mln di euro di spesa certificata FESR 2007-2013 pari al 16% delle certificazioni interessate dai completamenti) e “trasporti e infrastrutture a rete” (175 mln di euro di spesa certificata FESR 2007-2013 pari al 15% delle certificazioni interessate dai completamenti).

Quanto emerge dall’analisi proposta è in linea con il trend degli interventi finanziati a valere sulle risorse del POR Campania FESR 2007-2013.

Figura 2 – I progetti finanziati dal POC Campania 2014-2020 (completamenti), per ambito tematico (valori percentuali)

Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Studi Economia Territoriale su dati IFEL Campania, 24.05.2019

Dall’analisi effettuata si evidenzia che la maggior parte degli interventi il cui completamento è stato garantito dal POC si attestava su un costo ammesso a valere sul POR Campania FESR 2007-2013 compreso tra 1,5 milioni di euro e 5 milioni di euro (Figura 3). Tale dato riflette da un lato l’entità media dei progetti finanziati dal POR Campania FESR 2007-2013 e dall’altro l’impossibilità di portare a “cavallo” tra il POR Campania FESR 2007-2013 e il POR FESR 2014-2020 interventi inferiori ai 5 milioni, come stabilito dagli Orientamenti di chiusura.

Sono stati solo 5 i progetti oltre i 10 milioni di euro a cui è stato garantito il completamento con risorse POC e tra questi spicca il progetto “Sistema della Metropolitana Regionale – Metropolitana di Napoli linea 6 – I e II lotto” del valore di 98 milioni di euro a valere sulle risorse del POR Campania FESR 2007-2013, il cui completamento è stato garantito attraverso lo stanziamento di ulteriori 24 milioni POC.

Figura 3 – I progetti finanziati dal POC Campania 2014-2020 (completamenti), per taglia finanziaria (valori percentuali)

Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Studi Economia Territoriale su dati IFEL Campania, 24.05.2019

I progetti “salvaguardati” dal POC erano localizzati in tutto il territorio regionale, con concentrazioni maggiori nella Città metropolitana di Napoli e nella Provincia di Salerno (Figura 4) in linea con i valori della popolazione residente nelle suddette città: infatti la Città metropolitana di Napoli si colloca al primo posto per popolazione residente rispetto all’intero territorio regionale, seguita dalla Provincia di Salerno.

Per la Città metropolitana di Napoli, il POC ha contribuito al completamento di 310 interventi – con certificazione FESR 2007-2013 pari a 288 milioni di euro – mediante lo stanziamento di ulteriori 135 milioni di POC.

Per la Provincia di Salerno il POC ha contribuito al completamento di 352 progetti con certificazione FESR 2007-2013 pari a 262 milioni di euro, mediante lo stanziamento di 139 milioni di risorse complementari.

Figura 4 – I progetti finanziati dal POC Campania 2014-2020 (completamenti), per provincia (valori percentuali)

Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Studi Economia Territoriale su dati IFEL Campania, 24.05.2019

In conclusione, l’esperienza del POC Campania per il completamento dei progetti del POR FESR 07-13, dimostra lo sforzo congiunto di tutte le strutture regionali deputate alla gestione del POR Campania FESR 2007-2013 che hanno evitato da un lato la de-certificazione delle risorse certificate alla Commissione europea e dall’altro un impatto devastante sui comuni campani, sia dal punto di vista finanziario che territoriale, scongiurando il rischio di lasciare opere incompiute.

*Dipartimento Studi Economia Territoriale IFEL

Ultime Notizie

Garanzia Giovani in Campania: uno strumento a contrasto della disoccupazione giovanile

di Giorgia Marinuzzi* e Walter Tortorella* Il Piano di attuazione italiano della “Youth Guarantee” recepisce la Raccomandazione del Consiglio dell’Unione...

Napoli capitale dell’Audiovisivo e dell’Animazione

di Salvatore Parente Le opportunità di rilancio per la Campania, anche dopo la tempesta generata dal Covid-19, sono tante. Una...

Che cosa resterà di questo 2020…

di Pasquale Granata Che cosa resterà di questo 2020? Molti se lo saranno chiesto in questi giorni, alla fine di...

L’Italia diseguale di fronte al Covid. Il contributo del Sud alla ricostruzione del Paese

di Luca Bianchi* “Insomma, se la storia recente ha profondamente cambiato i termini economici e tecnici della questione meridionale, la...

Il presepe napoletano: simbolismo e tradizione. Curiosità e significati tra il profano e il cristiano

di Valeria Mucerino Il Presepe, come ci insegna Eduardo De Filippo in Natale in Casa Cupiello, è per Napoli e...

Potrebbero interessarti
Raccomandati