Economia Ambiente 78 milioni per lavoratori, nidi, giovani laureati, Litorale Domitio...

78 milioni per lavoratori, nidi, giovani laureati, Litorale Domitio e Progetti su Pesca e Agricoltura

di Alessandro Crocetta

Nei primi due mesi dell’anno, la Regione ha attivato una serie di importanti iniziative che hanno messo a profitto i fondi europei e del PNRR (Piano nazionale di ripresa e resilienza) di sua competenza: si va dagli avvisi pubblicati sul Bollettino regionale (Burc) per avviare i tirocini del Programma GOL (Garanzia Occupabilità dei Lavoratori) e i servizi e i voucher per i nidi, al finanziamento di alcuni significativi progetti su pesca e agricoltura, fino allo stanziamento dei fondi necessari al completamento del progetto “Bandiera blu Litorale Domitio”, e alla formazione dei giovani laureati della Campania.

Solo per questi interventi, la Regione ha attivato o sta attivando oltre 78 milioni di euro, di cui circa 51 di fondi europei e 27 del PNRR. Vediamone nel dettaglio quelli maggiormente significativi.

Avvio tirocini Programma Garanzia Occupabilità dei Lavoratori (GOL)

La Regione ha approvato l’avviso pubblico finalizzato a dare avvio alla prima attuazione in Campania dei tirocini previsti dal Programma GOL, nell’ambito del PNRR. Per l’attuazione delle misure previste dall’avviso, limitatamente alle indennità dei tirocinanti, sono disponibili 27 milioni di euro.

Possono essere destinatari del tirocinio previsto da questo avviso unicamente i beneficiari del Programma GOL che, a seguito di assessment (il processo di definizione del profilo degli utenti del Programma GOL che ne stabilisce l’appartenenza ad uno dei percorsi di politica attiva), risultino lavoratori distanti dal mercato del lavoro, con bassa percentuale di occupabilità e bisogni complessi, ovvero in presenza di ostacoli e barriere che vanno oltre la dimensione lavorativa.

L’avvio degli interventi finanziabili è consentito fino ad esaurimento delle risorse e comunque non oltre il 30 giugno 2024, fatte salve eventuali proroghe o modifiche all’avviso. Sono finanziabili – limitatamente alle indennità mensili di 500 euro conferite al tirocinante – esclusivamente tirocini formativi extracurriculari (attraverso i quali si consente al tirocinante di acquisire competenze professionali per arricchire il proprio curriculum vitae e favorire l’inserimento o il reinserimento lavorativo), o di inclusione (di orientamento, formazione e inserimento/reinserimento finalizzato all’inclusione sociale, all’autonomia delle persone e alla riabilitazione, attivato in favore di persone prese in carico dal servizio sociale professionale e/o dai servizi sanitari competenti).

L’attivazione di un tirocinio richiede la predisposizione e la sottoscrizione di una convenzione tra un soggetto promotore (Centri per l’Impiego e operatori privati per il lavoro) e un soggetto ospitante (presso il quale viene realizzato il tirocinio), corredata da un progetto formativo individuale o da un progetto personalizzato di inclusione, finalizzati all’acquisizione di specifiche competenze professionali ovvero di inclusione sociale del tirocinante.

***

12 milioni assegnati a 3 progetti sulla Pesca

La Regione ha ammesso al finanziamento 3 progetti dei Gruppi di Azione Locale per la Pesca (GAL) Approdo di Ulisse, Parthenope e Magna Graecia e delle relative strategie di sviluppo (CLLD), per un totale di 12 milioni di contributi di fondi FEAMPA 2021-2027.

L’obiettivo generale dell’operazione è la realizzazione di strategie locali attuate dai Gruppi di Azione Locale e atte a: – migliorare l’implementazione delle politiche a favore delle aree costiere e interne interessate dalla presenza di attività riguardanti il comparto ittico, in particolare, di quelle che si stanno spopolando; – promuovere una maggiore qualità della progettazione locale; – promuovere la partecipazione delle comunità locali ai processi di sviluppo, contribuendo a rafforzare il dialogo tra società civile e istituzioni locali; – promuovere il coordinamento tra politiche, strumenti di governance e procedure per accedere ai finanziamenti comunitari.

***

6,7 milioni per finanziare 25 progetti di innovazione per l’Agricoltura

La Regione ha poi ammesso al finanziamento 25 domande di sostegno ai GO (Gruppi Operativi) del PEI (Partenariato Europeo dell’Innovazione) per l’attuazione di progetti di diffusione delle innovazioni nell’ambito del rafforzamento dell’AKIS (Agricultural Knowledge and Innovation Systems) campano (Fase II), per un totale di circa 6,7 milioni di fondi del Piano di Sviluppo Regionale per l’Agricoltura.

L’obiettivo dell’intervento è il superamento delle difficoltà del settore agricolo, agroalimentare e forestale attraverso l’innovazione e il trasferimento di conoscenze.

I Gruppi Operativi (GO) sono partenariati che coinvolgono una molteplicità di attori provenienti da diversi ambiti come agricoltori, ricercatori, consulenti, formatori, imprese, associazioni di categoria, consumatori, gruppi di interesse e organizzazioni non governative, comunità rurali e altri soggetti interessati (es. soggetti del terzo settore, enti locali) per la realizzazione di un comune progetto operativo di innovazione.

***

Attivazione servizi e voucher per i nidi

Sono stati approvati due avvisi riguardanti i nidi. Il primo riguarda un pacchetto di misure di sostegno che hanno la finalità di rafforzare l’offerta dei servizi sociali, di diffondere interventi socio-educativi, di avviare politiche attive in favore delle persone svantaggiate e misure in favore delle famiglie della Campania. Nell’ambito di questo piano è previsto l’intervento “Misure di conciliazione famiglia – lavoro” del valore di 10 milioni di euro, finanziato con le risorse del PR – Campania FSE + 2021/2027.

La domanda può essere inviata, pena l’esclusione, a mezzo PEC, all’indirizzo misurediconciliazione@pec.regione.campania.it, a partire dal 01/03/2024 e fino al 03/05/2024 salvo eventuali proroghe che verranno comunicate con apposito provvedimento. Nell’oggetto della PEC deve essere indicata la dicitura “Avviso pubblico – Misure di conciliazione famiglia – lavoro” PR Campania FSE+ Priorità 3 Inclusione Sociale Obiettivo Specifico ESO 4.12 Azione 3.l.2. La domanda di partecipazione deve essere trasmessa in formato pdf e sottoscritta con firma digitale dal titolare/legale rappresentante. Non saranno prese in considerazione domande inviate con altre modalità, non firmate digitalmente, non compilate correttamente, oltre il termine previsto. I candidati sono tenuti pertanto a verificare il possesso di firma digitale in corso di validità, nonché i requisiti previsti in tempo utile rispetto alla data di scadenza della presentazione della domanda.

Il secondo avviso sul tema è quello sui voucher per l’accesso ai nidi destinati a famiglie aventi requisiti ISEE per l’abbattimento della retta dell’anno 2023/2024, finanziato con 5 milioni di euro dei fondi FSE+.

Le finalità della misura sono: – alleggerire l’impatto della crisi economica sulle famiglie, in particolare quelle più fragili relativamente alle spese connesse alla frequenza dei servizi socioeducativi per la prima infanzia, favorendo la possibilità, per i componenti disoccupati e/o inattivi di tali nuclei, di reintrodursi nel circuito lavorativo; – consentire ai genitori – particolarmente alle madri – di mantenere o migliorare la propria condizione lavorativa o di avere il tempo di intraprendere percorsi di formazione professionale, di istruzione o di inserimento/reinserimento lavorativo; – incrementare il numero di bambini che potrà avere accesso ai servizi socioeducativi per la prima infanzia, al fine di fornire ai piccoli opportunità di crescita ulteriori e diversificate rispetto a quelle della famiglia.

È possibile presentare la domanda dal 5 marzo al 19 aprile 2024 esclusivamente on line, accedendo al sistema Bandi  dal sito internet: https://servizi-digitali.regione.campania.it/VoucherAsili previa autenticazione nella piattaforma attraverso: · SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale, oppure · CIE  – Carta di Identità Elettronica; verranno finanziate sino ad esaurimento dei fondi disponibili e devono necessariamente essere compilate da un genitore/affidatario appartenente al nucleo famigliare all’interno del quale si trovi il bambino di 0-36 mesi, iscritto al nido, e per cui è stato presentato il modello DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) necessaria per calcolare l’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), al fine di consentire la verifica attraverso l’interrogazione automatica della banca dati INPS. Non è possibile procedere alla presentazione della domanda con modalità diverse da quella on line. Non saranno accettate domande inviate via PEC, mail, posta ordinaria, ecc.

***

18,5 milioni per il completamento del progetto “Bandiera blu Litorale Domitio”

Sono stati stanziati 18,5 milioni di euro dei fondi POC per il completamento del Grande progetto “Bandiera blu Litorale Domitio”.

Le risorse riguardano in particolare il Lotto funzionale 1, in corso di esecuzione nei Comuni di Sessa Aurunca, Francolise, Carinola e Cellole, in provincia di Caserta, e che non risulta ultimato, tra l’altro, per limitazioni imposte dall’emergenza Covid-19 e dal peggioramento delle condizioni del mercato delle costruzioni dovuto all’incontrollato aumento delle materie prime; dal ritrovamento di resti archeologici; dai tempi di rilascio di autorizzazioni/concessioni esulanti dalla conferenza dei servizi.

Il progetto ha come obiettivo la riqualificazione ambientale della fascia costiera nota come Litorale Domitio e interessa complessivamente sette Comuni della provincia di Caserta, tra loro territorialmente connessi (Carinola, Cellole, Castel Volturno, Francolise, Mondragone, Sessa Aurunca e Villa Literno).

Il Grande Progetto persegue il miglioramento della balneabilità del litorale Domitio, nell’area compresa tra Mondragone e Sessa Aurunca. Verranno pertanto realizzati i completamenti dei sistemi fognari, che presentano notevoli inefficienze anche dovute ad una espansione urbanistica non controllata, e potenziati e realizzati ex novo i sistemi di depurazione delle acque reflue. Oltre alla tutela dell’ambiente, il progetto mira a ripristinare l’attrattività turistica del litorale Domitio.

***

Stanziati 4,2 milioni per la formazione di giovani laureati

Per promuovere e sostenere l’alta formazione dei giovani laureati del territorio regionale, la Regione ha stanziato infine 4,2 milioni di euro di fondi FSE+ 2021-2027, al fine di innalzarne le competenze e facilitarne l’inserimento nel mondo del lavoro mediante la partecipazione a percorsi di alta formazione post-laurea erogati da: Università italiane e straniere, pubbliche e private riconosciute dall’ordinamento nazionale o da Istituti di formazione avanzata sia privati sia pubblici.

Il Programma Regionale PR Campania FSE+ 2021-2027 prevede, nella Priorità Istruzione e Formazione, di promuovere l’apprendimento permanente, in particolare le opportunità di miglioramento del livello delle competenze e di riqualificazione flessibili per tutti, tenendo conto delle competenze imprenditoriali e digitali, anticipando meglio il cambiamento e le nuove competenze richieste sulla base delle esigenze del mercato del lavoro, facilitando il riorientamento professionale e promuovendo la mobilità professionale; nell’ambito di tale obiettivo specifico è prevista la realizzazione di percorsi di formazione, anche relativi a competenze trasversali e competenze chiave, aggiornamento e riqualificazione professionale, incluso l’offerta di formazione specialistica e finalizzata all’occupazione.

La riqualificazione avrà anche l’obiettivo di agevolare la mobilità professionale degli occupati, soprattutto con riferimento alle opportunità offerte nel quadro delle transizioni verde e digitale.

Ultime Notizie

Partecipare e non delegare. Il valore del 2 giugno

di Annapaola Voto È sempre quella l’immagine del 2 giugno, il volto di una giovane donna sorridente che sbuca dalla...

Il dovere di difendere la Repubblica attraverso valori e principi costituzionali

di Salvatore Maria Pisacane Fu certamente strenua e memorabile la difesa che, circa ottant’anni fa, migliaia di italiani condussero, senza...

L’ordinamento giuridico della Repubblica italiana tra fonti europee e nazionali

di Annapaola Voto L’ordinamento giuridico del nostro Paese è sempre più immerso in una dimensione che travalica i confini nazionali...

Quando Sordi brindò alla vittoria della Repubblica

Il referendum del 2 giugno 1946 ha avuto un impatto così importante sulla storia e la società italiana da...

Res publica, civis e cittadinanza attiva

di Gaetano Di Palo Col passar del tempo siamo divenuti quasi automaticamente sempre più adusi ad abbinare l’idea di libertà...

Potrebbero interessarti
Raccomandati