Saperi Istruzione ERASMUS+ , percorsi di internazionalizzazione, al via il progetto...

ERASMUS+ , percorsi di internazionalizzazione, al via il progetto ISO

di Gaetano Di Palo

IFEL CAMPANIA in partnership con altre 6 organizzazioni di 5 stati membri, partecipa al progetto “ISO : Internationalization Service Officer – new WBL profession in duty of SME internationalization”. L’iniziativa, finanziata dal programma ERASMUS+ 2019 Call 2019 Round 1 KA2 – Cooperation for innovation and the exchange of good practices KA202 – Strategic Partnerships for vocational education and training, nasce dall’esigenza di fornire un approccio sistematico e innovativo all’avvio e realizzazione di percorsi di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese e rientra nel vasto campo d’azione della Fondazione IFEL Campania relativo alla capacity building delle strutture organizzative degli enti locali nell’assistere, incoraggiare e promuovere lo sviluppo di percorsi virtuosi favorendo una crescita efficiente ed armoniosa del tessuto socio-economico campano.

A tal fine il progetto intende concentrare le proprie attività su alcune specifiche priorità in tema di capacity building e crescita  professionale:

  • Sviluppare partenariati europei volti a promuovere l’interscambio e l’apprendimento di buone prassi in tema di accompagnamento ed assistenza alle piccole e medie imprese in tema di internazionalizzazione attraverso un multiforme approccio “learning by doing” e mediante l’integrazione di una pluralità di figure professionali interdisciplinari opportunamente individuate e formate;
  • Introdurre approcci sistematici e continui tesi alla individuazione, segnalazione, promozione di opportunità che in maniera armonica e corale consentano lo sviluppo sul territorio di imprese, filiere, poli organizzati ed orientati alla valorizzazione ed esportazione efficiente della produzione locale grazie anche alla crescita professionale, riconoscimento delle competenze e delle qualifiche, e l’utilizzo di strumentazioni efficaci, digitali, aperte e innovative; così come a la priorità orizzontale.

Tra i vari output di progetto verrà data priorità allo sviluppo, condivisione e messa a disposizione di:

1 – Manuale del Funzionario del Servizio di Internazionalizzazione. – Il manuale sarà sviluppato per i dipendenti delle autorità locali, i professionisti, gli imprenditori che insieme vogliono implementare un processo consapevole e sistematico di internazionalizzazione, fornendo gli strumenti necessari alla calibrazione di fabbisogni di assistenza e consulenza necessari su come sostenere processi di internazionalizzazione nelle PMI. Servirà inoltra a supportare il processo di apprendimento continuo basato su casi concreti e sul mutevole panorama delle opportunità per le PMI che intendano internazionalizzarsi. l’impresa in cui lavorano o sono i proprietari.

2 – Videocast per le PMI riguardanti i processi di internazionalizzazione. I videocast saranno preparati da rappresentanti delle PMI di tutti i paesi che hanno realizzato con successo processi di internazionalizzazione delle loro attività. Gli scenari saranno sviluppati dai 6 partner che discuteranno e commenteranno scenari e situazioni di “real life” e sul posto di lavoro, e delle possibilità di utilizzo di WBL per il rafforzamento e l’efficacia dei processi di internazionalizzazione  delle PMI.

3 – Applicazione mobile ISO per startup. – L’ISO app sviluppata nell’ambito del progetto garantirà percorsi di accrescimento formativo e di capacity building personalizzati testando inizialmente le conoscenze e la consapevolezza dei processi di internazionalizzazione tra startup. L’ISO app per le startup elaborerà anche analisi di potenziali network e suggerirà strategie personalizzate per una startup, evidenziando elementi di discussione e approfondimento da affrontare e discutere per il potenziamento dell’approccio ai processi di internazionalizzazione. L’app conterrà tra l’altro routine come: pannello di autovalutazione relativo processi di internazionalizzazione nelle PMI; percorso formativo su 3 livelli di avanzamento sui risultati di autovalutazione; pannello del creatore della strategia.

Tra i risultati di progetto oltre allo sviluppo delle competenze si evidenzia l’assistenza pratica e reale ai processi di internazionalizzazione a cui le PMI saranno chiamate a partecipare, ed il promuovere l’utilizzo sistematico di pratiche WBL. L’obiettivo principale tuttavia è quello di sostenere lo sviluppo professionale del personale delle istituzioni locali nell’assistere le imprese campane nello sviluppo e realizzazione di strategie di internazionalizzazione che consentano la promozione delle eccellenze, lo sviluppo del tessuto imprenditoriale ed il suo proporsi a livello transfrontaliero grazie alla cooperazione sistematica di reti di organismi associativi, imprenditoriali e della formazione professionale, e con il coinvolgimento delle autorità locali e delle Camere di Commercio di altri paesi europei.

Il partenariato del progetto ISO è costituito, oltre che naturalmente da IFEL CAMPANIA, dal INSTITUTE OF TECHNOLOGY TRALEE (Irlanda), EMPORIKO KAI VIOMICHANIKO EPIMELITIRIO HERAKLIOU (Grecia), DANMAR COMPUTERS SPZOO (Polonia), REGIONALNA IZBA GOSPODARCZA W KATOWICACH  (Polonia), AEVA – ASSOCIACAO PARAA EDUCACAO E VALORIZACAO DA REGIAO DE AVEIRO (Portogallo) CENTRE DE DIFUSIO TECNOLOGICA DE LA FUSTA I DEL MOBLE DE CATALUNYA (Spagna); tutte organizzazioni con pluriennale esperienza professionale nelle tematiche progettuali e di comprovato impatto in ambiti burocratici ed imprenditoriali con spiccati fabbisogni di accrescimento delle competenze e di perfezionamento delle risorse umane.

Ultime Notizie

Investire risorse per digitale e nuove competenze nella Pa

di Angelo Rughetti* In questi mesi di emergenza sanitaria la Pubblica Amministrazione ha dimostrato di avere capacità di resilienza. Con...

Nel lockdown tutto fermo tranne la solidarietà

di Eliana De Leo Pasta, Pelati, Olio Extra Vergine, Olio per friggere, Sale, Zucchero, Farina, Latte a lunga conservazione, biscotti,...

Dal FESR 432 milioni anti-covid

di Maria Laura Esposito L’emergenza sanitaria e socio-economica causata dal diffondersi pandemico del Covid 19 ha di fatto determinato...

7 milioni di euro per la ricerca: ecco il piano regionale

di Francesco Avati Sette milioni per la ricerca: così la Regione Campania dichiara guerra al Covid-19. Un piano che Palazzo...

Piano per il lavoro, parte la formazione per 2175 giovani

di Mauro Cafaro L’attuazione del Concorso Unico Territoriale per le amministrazioni pubbliche della Campania ha preso le mosse dall’adozione di...

Potrebbero interessarti
Raccomandati